Loading...

Abbiamo inciso le voci delle molecole della nicotina. L'acqua è il nastro magnetico. Una volta registrato, il codice della nicotina può essere fatto ascoltare alle cellule che risponderanno a quel segnale come in presenza della nicotina stessa. Questa è la nicotina wireless. Noi abbiamo trovato il codice e lavoriamo per la ricerca.

  • contact
  • menu

Nicotina wireless- Eius Code

Eius Code è un liquido prodotto da Ovale, leader nel settore delle sigarette elettroniche, che si basa su una formula esclusiva dell'azienda, comunemente denominata nicotina wireless.

Il liquido è composto da acqua depurata e aromi, a cui vengono impresse (utilizzando una tecnologia innovativa) le informazioni che codificano la molecola della nicotina. Questo processo avviene attraverso la fisica e in assenza di qualsiasi molecola attraverso dei ritmi vibratori.

La chiave del processo è un codice che riesce a trasferire all'acqua le informazioni relative alla nicotina consentendo a chi ne fa uso di ottenere le stesse proprietà della nicotina senza tuttavia assumerla.

Ovale, in linea con la sua mission che da sempre è tesa allo sviluppo delle nuove tecnologie al servizio dei suoi clienti, ha deciso d’investire in una nuova tecnica scientifica che si basa sul “trasferimento frequenziale”

Il TF e i principi scientifici su cui si basa la nicotina wireless.

Il principio su cui si fonda la nicotina wireless è il TF (Trasferimento Frequenziale) che consiste nel trasferire all'acqua l'informazione di una sostanza, attraverso circuiti elettronici, sfruttandone le proprietà senza doverla assumere (nel caso specifico, la nicotina). E' fisica che si applica e realizza utilizzando un amplificatore di frequenza con un'entrata e un'uscita. Nell'entrata si posiziona un campione della sostanza (nicotina, nel nostro caso) e in uscita un flacone di acqua. Una frequenza predeterminata eccita la nicotina in entrata favorendo il trasferimento del suo segnale, che viene captato, amplificato e impregnato nel liquido posto nell’uscita dell’apparecchio. L'acqua registra le frequenze emesse dalla nicotina diventando una sua “copia” fatta di acqua.

Con il Trasferimento frequenziale si può trasferire l'insieme d’informazioni che definiscono una certa sostanza (il suo codice) a un'altra sostanza (l'acqua, ad esempio, ma non solo). Al pari di un codice a barre, questo codice rappresenta il nucleo informatico di quella sostanza, conferendole identità, struttura, forma, proprietà. Il codice è come una mappa dalla quale il corpo trae i propri riferimenti strutturali, potendo così confinare la massa nella forma. Operare con quel codice equivale a operare con la sostanza stessa. Il TF permette quindi di registrare le variazioni di campo date dai movimenti molecolari e di utilizzarle al posto della molecola stessa. L’acqua così trattata, se dal punto di vista chimico rimane H2O, dal punto di vista fisico acquisisce un comportamento simile a quello della sostanza.

Fare il Trasferimento frequenziale è come accendere un registratore e incidere su nastro le voci delle molecole della sostanza, in questo caso della nicotina. L'acqua è il nastro magnetico. Una volta registrato il codice della nicotina può essere fatto ascoltare alle cellule che risponderanno a quel segnale come in presenza della nicotina stessa.

La nicotina wireless si basa dunque su un procedimento che trae origine da un codice che, così come il suo metodo di utilizzo, è assolutamente non copiabile o replicabile.

Ovale ha investito nella tecnica del TF per ottenere in esclusiva il codice della nicotina e su indicazione degli scienziati che hanno dedicato studi al TF ha messo a punto e fatto costruire il macchinario con cui trasferire all'acqua il codice della nicotina.

Ricerche

Gli studi e le prove di laboratorio

A supporto di una letteratura scientifica pluriventennale e di due libri sul trasferimento frequenziale, sono state condotte alcune misurazioni riguardanti nello specifico la nicotina.

Il professor Vittorio Elia dell’Università Federico II di Napoli ha condotto misurazioni microcalorimetriche e conduttimetriche sul Trasferimento Frequenziale di Nicotina (TFN) in soluzione idroalcolica mettendola poi a confronto con l'acqua non trattata. Si è visto che, dal punto di vista chimico-fisico, l’acqua dopo essere stata sottoposta al Trasferimento Frequenziale di nicotina è diversa da quella non trattata. Questo dato, secondo il professor Elia, assimilerebbe il fenomeno alle strutture dissipative studiate dal Premio Nobel Ilya Prigogine.

Studi e analisi del professor Giuseppe Martelli, Università della Basilicata, condotte attraverso misure spettrometriche su Trasferimento Frequenziale di Nicotina in acqua biodistillata rispetto all'acqua non trattata e rispetto al “TFN vuoto”, hanno confermato la differenza rispetto al non trattato e al TFN vuoto, con spettri di TFN nel range della nicotina molecolare. A conferma che nelle soluzioni attivate rimane impressa l’informazione della nicotina stessa.

Questi due studi dimostrano che l'acqua trattata con un Trasferimento Frequenziale di nicotina, non solo cambia dal punto di vista fisico, ma è possibile ritrovare spettri di TFN nel range della nicotina.

Risultati studio

Report sintetico Esperimento - 1

Report sintetico Esperimento - 2

Chi siamo

Massimo Citro

Massimo Citro (nato a Verona, il 29/12/1956) è dottore in Medicina e Chirurgia, Specialista in Psicoterapia, dottore in Lettere Classiche.

Vive e lavora come medico e psicoterapeuta a Torino, dove dirige l’Istituto di Ricerca “Alberto Sorti” (IDRAS) da lui stesso fondato. Ricercatore scientifico. Di lui dice: “Nel 1990 ho scoperto il TFF (Trasferimento Farmacologico Frequenziale) che consente di trasferire a soggetti viventi le proprietà medicinali di certi farmaci, attraverso particolari circuiti elettronici”.

Autore di numerose pubblicazioni scientifiche e letterarie, ha pubblicato: “Gli dèi e i giorni” (ECIG, 2003); “La Scienza dell’Invisibile” (Macro, 2011, tradotto anche in spagnolo); “The Basic Code od the Universe” (Inner Traditions, Rochester, USA, 2011, prefazione di Erwin Laszlo, tradotto anche in portoghese); “Intolleranze alimentari, una medicina intelligente” (Uno Editori, 2013); “Cepus Dei, il colpo di stato” (Uno Editori, coautore Michele Bonetti, prefazione di Ferdinando Imposimato, 2014).

OVALE

Il Gruppo Ovale è leader nella progettazione, produzione e distribuzione di sigarette elettroniche ed accessori. In 10 anni di attività ha costruito un network internazionale in continua crescita.

Oggi è presente in Europa, America e Asia. Questo risultato è frutto di una collaborazione tra le aziende fondatrici che si sono adoperate per fornire una linea di prodotti in grado di simulare perfettamente il piacere di fumare, senza tutti gli effetti negativi associati ai prodotti del tabacco tradizionale.

Ovale investe in ricerca e sviluppo per garantire un prodotto sempre più sicuro, affidabile e all'avanguardia della tecnologia. Sulla sicurezza l'attenzione è costante. Il Gruppo Ovale è una realtà commerciale rappresentata da centinaia di negozi in tutto il mondo.

Ovale 10 anni fa ha portato sul mercato mondiale la tecnologia della sigaretta elettronica, migliorando la condizione dei fumatori. Le multinazionali del tabacco hanno risposto mettendo in atto una serie di iniziative politiche di contrasto al settore.Se da un lato però il mondo delle sigarette elettroniche ha risentito di queste iniziative sleali avallate da leggi prive di logica, da un altro possiamo dire che Ovale, insistendo su innovazione e cura del cliente, ha vinto, spingendo anche "big tobacco" a un cambiamento di rotta costringendoli ad entrare nel mercato mondiale della ecigs.

Oggi Ovale ha deciso di affrontare una nuova sfida con i massimi esperti delle scienze che studiano la struttura dell'acqua, lanciando ricerca e sperimentazione della nicotina wireless. L'obiettivo dell'azienda è aprire le porte ad un tipo di "fumo" senza dipendenza.